Storia illustrata

L’infanzia della consapevolezza (inserto 1)


Per gli altri articoli di Nico

DOSSIER: Renato Timotei Ascardi, anni 59, è nato nella più remota provincia italiana. Tra i fattori identificativi segnalati in fase di analisi vi è la predisposizione d’animo nel trovare gli elementi più intimi e costitutivi della propria vitalità nel passato. Di indole malinconica e riservata, ebbe la precoce passione per gli ambienti protetti ed una naturale inclinazione verso la cultura e i saperi umanistici. Incominciò ad insegnare stabilmente all’età di 44 anni in un paese vicino a quello natale, zona che a causa di problemi economici non poté mai abbandonare. Sulla sua vita personale si hanno pochissime informazioni. Sappiamo soltanto che ebbe una compagna, all’incirca durante i primi dieci anni d’insegnamento, con la quale, sulla base di testimonianze di non confermata attendibilità, strinse una relazione molto morbosa e a tratti particolarmente ossessiva.

A seguito della brusca rottura con questa donna, unita di lì a poco ad una denuncia del tutto inaspettata con capo di accusa “istigazione all’autolesionismo”, i casi di depressione, dapprima episodici, cominciarono a cronicizzarsi.

È clinicamente accertato infatti che, a causa di questi fattori scatenanti, egli in un secondo tempo abbia continuato a soffrire di depressione e che, a causa di quest’ultima, ci sia sta una serie di gravi ripercussioni anche in ambito lavorativo. All’età di 56 anni, essendo venuto a conoscenza del bando per la partecipazione al concorso “Anno 0”,  non avendo ormai più nulla da perdere, decise di aderirvi come donatore in nome del progresso.

(Continua…)


Nico Commito è nato a Popoli (PE) il 26/07/95. È vissuto a Vittorito (AQ) fino al 2014. Attualmente studia Lettere (Curriculum Europeo) presso la facoltà di Bologna. Durante lo scorso anno ha partecipato ad esposizioni (collettive e personali) a Ravenna, Milano, Bologna, Genova, Pisa e Pratola Peligna (AQ).